Come pulire e sanificare la lavatrice dentro e fuori

La mancata pulizia e manutenzione della lavatrice può portare a cattivi odori, germi, batteri e muffe. Ho vissuto questa esperienza in prima persona quando ho iniziato a vedere pezzi neri su tutta la biancheria. All’inizio, ho pensato che fossero solo i resti di un fazzoletto dimenticato nascosto in una tasca, ma non è andato via. Alla fine mi sono reso conto che proveniva dal tamburo della mia lavatrice, così ho aperto il sigillo di gomma per guardare tra i tamburi. Ero inorridito. Era coperto di muffa nera e di schiuma di sapone accumulata. Ho passato settimane a provare diverse strategie per sbarazzarmene. In questo articolo, condividerò il metodo migliore per pulire una lavatrice dentro e fuori, così come i cinque ingredienti che si possono utilizzare per rimuovere efficacemente l’odore, la muffa e l’accumulo.

Offerta
SEGMINISMART Pulitore per lavatrice, solido per lavatrici, compresse detergenti, detergenti per compresse effervescenti, rimozione profonda per bagno e cucina
  • Prestazioni eccellenti: questo detergente per lavatrice ha una tripla decontaminazione e una decontaminazione attiva dell'ossigeno che ha una forte performance di rimozione dello sporco, può pulire efficacemente lo sporco dannoso e stagnante anche se è invisibile.
  • La tavoletta appositamente formulata si scioglie lentamente, dura durante tutto il ciclo di lavaggio e rompendo i residui meglio della candeggina.
  • Facile da usare: svuotare la lavatrice, posizionare 1 compressa effervescente nella lavatrice e eseguire il ciclo "pulitore", senza bisogno di smontare la lavatrice, è possibile ottenere una lavatrice fresca e pulita e pulire i residui
  • Per tutte le rondelle: adatto per lavatrice a carico frontale e lavatrice a carico superiore - alta efficienza (HE) e rondelle convenzionali
  • Una volta al mese: mantiene la lavatrice pulita e fresca. Quando la lavatrice è pulita, le compresse della lavatrice possono funzionare meglio e i vestiti escono dalla lavatrice puzzano come nuovi.
Detergente per Lavatrice Solido, Detergente per Compresse Effervescente, Detergente per Lavatrice, Tripla Decontaminazione, per Lavatrici a Carico Frontale e Dall'alto, 30 PZ
  • Prestazioni efficaci: questo detergente lavatrice solido ha una tripla decontaminazione e caratteristiche attive di decontaminazione dell'ossigeno che hanno prestazioni di rimozione dello sporco, in grado di pulire lo sporco nocivo e stagnante anche se è invisibile
  • Varie applicazioni: questa tavoletta effervescente è adatta per la pulizia di serbatoi settici, lavatrice a carico anteriore, lavatrice a carico superiore e lavatrici convenzionali, mantenere la macchina in un ambiente di lavoro sicuro, pulito e organizzato
  • Facile da usare: basta svuotare la lavatrice, mettere 1 pezzo di tavolo effervescente nel tamburo e eseguire il ciclo "lavatrice pulita", non c'è bisogno di smontare la lavatrice, è possibile ottenere una lavatrice fresca e pulita
  • Proteggi la salute della famiglia: si consiglia di utilizzarla una volta al mese per garantire che la macchina sia fresca e pulita, proteggere la lavatrice, evitare l'inquinamento secondario sui vestiti e proteggere la salute della tua famiglia.
  • Prolunga la durata della lavatrice: per risultati ottimali, utilizzare un detergente ogni 1-3 mesi o secondo necessità per prolungare la durata della lavatrice.
MIELE IntenseClean / Intense Clean - 10716970 - 200g - Prodotto per la Pulizia di lavastoviglie e lavatrici. Rrimuove grassi, batteri e odori.
  • MIELE IntenseClean - GP CL WG 252 P - 200g - Prodotto per la Pulizia
  • Elimina grassi, batteri e gli odori che ne derivano
  • Efficace pulizia profonda - Formula speciale Miele
  • da utilizzare 1-3 volte all'anno
  • Il miglior trattamento per un'affidabilità pluriennale

Come pulire la lavatrice

1. Pulire prima la guarnizione e le guarnizioni della porta

Immergere alcuni asciugamani con acqua ossigenata o aceto bianco, e confezionare le cavità della guarnizione per lasciare che l’acqua ossigenata o l’aceto allentino la muffa o il grasso e disinfettare la zona. Dopo un’ora, pulire la guarnizione e le guarnizioni della porta o usare uno spazzolino da denti per pulire i residui.

Attivare sull’impostazione più calda utilizzando il ciclo più lungo e il carico maggiore

Una volta che la guarnizione è pulita, girare la lavatrice sull’impostazione di acqua più calda utilizzando la dimensione di carico più grande e il ciclo di lavaggio più lungo.

2. Aggiungere aceto e bicarbonato di sodio

Per una macchina a caricamento frontale, aggiungere 1 litro (1 litro) di aceto bianco al dispenser del detersivo e ½ tazza di bicarbonato di sodio al dispenser dell’ammorbidente, e iniziare il ciclo di lavaggio.

Se avete una lavatrice a caricamento dall’alto, lasciate scorrere l’acqua per qualche minuto, quindi aggiungete 1 litro di aceto bianco. Lasciate agitare la macchina per 1 minuto per combinare gli ingredienti, poi fermate il ciclo per lasciare il composto in ammollo per un’ora. Lasciare la macchina per completare il ciclo di lavaggio, quindi aggiungere ½ tazza di bicarbonato di sodio al ciclo di risciacquo.

È possibile sostituire l’aceto e bicarbonato di sodio con acido citrico, perossido di idrogeno, candeggina al cloro, o candeggina all’ossigeno e detersivo enzimatico (per istruzioni specifiche su come utilizzare questi ingredienti, vedere la sezione sottostante).

3. Lasciate che il ciclo si svolga in modo completo

Mentre il ciclo è in funzione, pulire l’esterno della macchina con un panno imbevuto di aceto. Strofinare tutti gli angoli.

4. Eseguire un secondo ciclo

Eseguire un altro ciclo con solo acqua calda. Si può anche aggiungere un pizzico di aceto per sciogliere i residui lasciati dal primo lavaggio. Una volta terminato il secondo ciclo, lasciate aperto lo sportello della lavatrice per permettere all’interno di asciugarsi e per evitare la formazione di muffa.

5. Pulire il dispenser, il filtro e gli altri componenti (opzionale)

Prendere un asciugamano imbevuto di aceto e pulire l’interno del coperchio. Usate uno spazzolino da denti per entrare negli angoli. Per pulire il bordo della vasca, strofinare i bordi superiori e tutte le aree che l’acqua può raggiungere. Per un caricatore dall’alto, pulire anche l’agitatore.

Diversi ingredienti e metodi che si possono usare per pulire una lavatrice

Utilizzo di aceto e bicarbonato di sodio

Per l’uso, mescolare ½ tazza di bicarbonato di sodio e 1 litro di aceto, e impostare la temperatura dell’acqua a 90ºC su un ciclo lungo. L’aceto e il bicarbonato di sodio sono sicuri da usare perché sono naturali. Sono anche molto efficaci nella rimozione del calcare e nella deodorazione. Anche se l’aceto è un acido acetico, è solo una forma leggera di acido e non uccide tutte le muffe. Se avete una lavatrice estremamente sporca, usate gli ingredienti più forti consigliati qui sotto.

Rimozione dei residui appiccicosi con candeggina all’ossigeno e detersivo enzimatico

Utilizzare la dose come indicato sull’etichetta per grandi carichi. Impostare la temperatura dell’acqua a 90ºC e scegliere l’opzione di carico più grande. Scegliere i detergenti enzimatici in polvere rispetto a quelli liquidi. Cercate un detersivo che contenga una gamma di enzimi mangia-grassi, come amilasi, proteasi, lipasi o mannasi (potrebbe essere necessario controllare sul sito web del produttore l’elenco degli ingredienti). Potete anche aggiungere regolarmente candeggina in polvere all’abituale detersivo. I detersivi della settima generazione utilizzano questi tipi di enzimi, e vendono anche candeggina all’ossigeno. Siate consapevoli del fatto che i detersivi enzimatici non sono sicuri da usare su lana o seta.

Uso dell’acido citrico per rimuovere l’accumulo

Mescolare 1 tazza di acido citrico e ½ tazza di bicarbonato di sodio (opzionale). Scegliere un lungo ciclo di lavaggio e impostare la temperatura dell’acqua a 90ºC. L’acido citrico è derivato dagli agrumi ed è un modo naturale e potente per rimuovere il calcare, la schiuma del sapone e gli accumuli. È un acido molto più forte dell’aceto, quindi funziona per le macchine con molti depositi. L’acido citrico può anche essere usato insieme al bicarbonato di sodio per aiutare a rimuovere gli odori.

Uso del perossido di idrogeno per pulire un tamburo sporco

Il perossido di idrogeno rimuove il calcare, uccide la muffa ed è antivirale e antibatterico. Si può semplicemente usare 1 litro di perossido di idrogeno con acqua a 90ºC su un lungo ciclo di lavaggio. È più sicuro della candeggina al cloro perché non lascia fumi tossici e residui. È anche sicuro per l’ambiente perché si scompone in ossigeno e acqua. L’aspetto negativo del perossido di idrogeno è che ci vuole più tempo per funzionare, quindi dovrete lasciarlo in ammollo nella vostra macchina per almeno tre ore. Poiché questo non è possibile per i caricatori frontali, potrebbe essere necessario farlo passare due volte.

Nota: il perossido di idrogeno è venduto come soluzione liquida diluita al 3% ed è un eccellente detergente a tutto tondo. Si può vedere che viene venduto in concentrazioni più elevate, ma queste vengono utilizzate dai detergenti commerciali e diluite per produrre grandi quantità di soluzione detergente. Non vi consiglio di farlo a causa dei rischi per la sicurezza che comporta la manipolazione di soluzioni superiori al 3%. Il perossido di idrogeno deve essere utilizzato entro un anno dall’apertura e conservato in un luogo buio, altrimenti perde la sua efficacia.

Uso della candeggina al cloro per eliminare l’odore

La candeggina al cloro deve essere utilizzata solo con acqua calda o fredda in quanto perde la sua efficacia alle alte temperature. Utilizzare 1 litro di candeggina al cloro e impostare la temperatura massima dell’acqua a 40 ºC . A molte persone piace usare la candeggina al cloro, ma io preferisco non farlo a causa della sua tossicità e del fatto che non può essere mescolata con altri prodotti. Anche se è ottimo per rimuovere la muffa da servizi lisci come piastrelle e vetro, non può penetrare nelle superfici porose, come il tamburo interno in plastica o il tamburo interno in porcellana della lavatrice. Potreste pensare di aver ucciso la muffa perché non la vedete più, ma le radici della muffa sono ancora vive e vegete e ricresceranno felicemente in breve tempo. Inoltre non rimuove il calcare.

Differenze di pulizia tra carica frontale e dall’alto

La differenza principale tra la pulizia di un caricatore superiore e quella di un caricatore frontale è che con un caricatore superiore si può mettere in pausa e avviare il ciclo ogni volta che si vuole. Questo vi permette di aggiungere gli ingredienti, avviare il ciclo per 1 minuto per mescolare gli ingredienti, fermare il ciclo per lasciare gli ingredienti in ammollo, e poi eseguire di nuovo il ciclo fino alla fine. Con un caricatore frontale, una volta eseguito il ciclo, deve eseguire l’intero ciclo.

Un’altra differenza è la pulizia delle parti. Ogni tipo di lavatrice ha parti diverse da pulire. Per esempio, con una lavatrice a carico dall’alto, si deve pulire l’agitatore al centro. Una lavatrice a carico frontale richiede la pulizia dell’ammorbidente e del dispenser di detersivo, e della guarnizione o delle guarnizioni delle porte in gomma.

Rimedi casalinghi per una lavatrice con cattivo odore

Ci sono 3 passi per deodorare la lavatrice, e tutti e tre utilizzano ingredienti naturali che si trovano in cucina: aceto bianco distillato, bicarbonato di sodio e olio dell’albero del tè.
L’ultima fonte di cattivo odore proviene dalle guarnizioni, e dall’erogatore.

Utilizzare uno spazzolino da denti o un cotton fioc per entrare nelle fessure e sotto il punto del sigillo della porta o della guarnizione e tirare fuori capelli, lanugine e altri detriti.
Pulire l’interno e l’esterno della lavatrice con un panno per il lavaggio imbevuto di aceto.

Uccidere la muffa, la muffa e i batteri

Riempire la lavatrice con acqua calda e versare 4 tazze di aceto bianco per una macchina a caricamento dall’alto e 2 tazze per una lavatrice a caricamento frontale. Aggiungere anche un cucchiaio di olio dell’albero del tè. L’olio dell’albero del tè è antibatterico, antifungino e antimicrobico!
Eseguire lavaggio per 1 minuto per mescolare il tutto, e poi lasciate riposare la miscela per un’ora in modo che possa uccidere i batteri e sciogliere la muffa, detriti e depositi di schiuma di sapone.
Dopo un’ora, eseguire il ciclo completo.

Eseguire un ciclo di deodorizzazione utilizzando solo bicarbonato di sodio

L’effetto frizzante che l’aceto e il bicarbonato di sodio crea è ottimo per agitare i depositi difficili, ma mescolando i due insieme si annulla la capacità del bicarbonato di sodio di deodorare. Questo è il motivo per cui dopo aver pulito la lavatrice per rimuovere i batteri che causano odori e detriti, si dovrebbe eseguire un ciclo con acqua calda e bicarbonato di sodio.

Aggiungere 2 tazze di bicarbonato di sodio all’acqua calda.
Lasciare riposare la miscela per 30 minuti.
Lasciate che il ciclo si svolga per tutto il suo corso.
Lasciare la porta aperta per lasciarla asciugare all’aria.

L’acqua intrappolata all’interno della guarnizione della lavatrice che favorisce la crescita della muffa.

 

Come pulire i componenti di una lavatrice

Pulizia della guarnizione della lavatrice del caricatore frontale

Imballare le pieghe di gomma e le cavità della guarnizione con carta assorbente imbevuta di perossido di idrogeno. Lasciare in ammollo per qualche ora prima di pulire e asciugare. Potrebbe essere necessario usare una spazzola morbida per strofinare delicatamente.

Per evitare che si ammuffisca usando un vecchio asciugamano o un tovagliolo di carta per asciugare intorno alla guarnizione di gomma/guarnizione della porta dopo ogni lavaggio. Si potrebbe anche aggiungere un po ‘di aceto o perossido di idrogeno per l’asciugamano come si pulisce verso il basso per togliere davvero via la muffa.

Utilizzare un tovagliolo di carta imbevuto di perossido di idrogeno o aceto bianco per pulire intorno all’apertura della macchina. Provate a passare tra il bordo della vasca e i bordi superiori, e tutte le aree che l’acqua può raggiungere.

Pulizia di un erogatore

Rimuovere gli erogatori dalla macchina. Riempire la vasca con acqua calda e mezza tazza di aceto e strofinare via. Non dimenticate di pulire anche all’interno dell’area dove si trova il dispenser, perché anche questo può diventare ammuffito. Se il dispenser non può essere rimosso, controllate il manuale della vostra macchina per vedere cosa potete fare. Se non può essere rimosso, usate uno scovolino o un vecchio spazzolino da denti per entrare nelle fessure.

Come pulire il filtro della lavatrice

La pulizia del tamburo della lavatrice e di tutti i componenti di solito si occupa dell’odore puzzolente, ma se si vuole essere sicuri che la lavatrice funzioni in modo efficiente, è necessario pulire anche il filtro.

Lo sportello del filtro di solito si trova nella parte anteriore e inferiore della lavatrice se si dispone di un caricatore frontale o all’interno del dispenser dell’ammorbidente se si dispone di un caricatore superiore.
Per un caricatore frontale, aprire lo sportello di accesso con una moneta o un cacciavite. Per un caricatore superiore, svitare il dispenser dell’ammorbidente situato sopra l’agitatore (che si trova al centro della lavatrice). Raggiungere l’interno per rimuovere il filtro.
Per un caricatore frontale, posizionare un asciugamano sotto la porta per proteggere il pavimento e un piatto poco profondo sopra l’asciugamano per prendere l’acqua. È normale prendere circa un quarto di acqua. Svitare lentamente il tappo del filtro e lasciare che l’acqua scoli nel piatto.
Quando si rimuove completamente il filtro, si possono trovare vari oggetti che devono essere rimossi, come capelli, monete, chiavi o lanugine.
Una volta rimossi gli oggetti, far scorrere il filtro sotto l’acqua e, se necessario, usare sapone e uno spazzolino da denti per rimuovere eventuali detriti. Se il filtro è estremamente intasato o sporco, potete immergerlo in una vasca di acqua calda prima di strofinarlo con il sapone.

Cosa sta causando la sporcizia nella mia lavatrice e come posso evitarlo?

La guarnizione della vostra macchina a caricamento frontale (la gomma intorno alla porta che forma la guarnizione) intrappola un sacco di acqua, che favorisce la crescita di muffa. Asciugare la guarnizione dopo ogni lavaggio.
La muffa cresce in luoghi umidi, quindi lasciate sempre aperta la porta della lavatrice per aiutarla ad asciugarsi e non lasciate il vostro bucato bagnato lì dentro.
Il lavaggio a basse temperature è un problema quando si tratta di germi e batteri che si accumulano nella vostra macchina. Fate almeno un lavaggio al mese ad almeno 60ºC , preferibilmente a 90ºC  per disinfettare la vostra macchina.
L’uso eccessivo di detersivo può causare accumuli, quindi misurate attentamente la dose in base alle dimensioni del carico e al grado di sporcizia.
Per le macchine HE, ridurre l’eccesso di schiuma utilizzando un detergente HE specializzato.
L’uso di detersivi liquidi e ammorbidenti può causare un accumulo appiccicoso e ceroso all’interno del tamburo della vostra lavatrice. Questo problema si aggrava quando si lava a basse temperature. Utilizzate detersivi in polvere al posto del liquido e usate mezza tazza di aceto bianco distillato al posto dell’ammorbidente.
Quelli con acqua dura devono fare i conti sia con il calcare che con la schiuma del sapone, che si accumulano su superfici come tubi e tubi flessibili. Aggiungete ad ogni lavaggio un prodotto per addolcire l’acqua, come l’addolcitore d’acqua Calgon, e seguite le istruzioni per la dose di detersivo per l’acqua dura.

Cosa succede se ho problemi persistenti?

Purtroppo, se la situazione è grave, non aspettatevi che il problema si risolva la prima volta. Potrebbe essere necessario continuare a pulire fino a sei volte prima di vedere un miglioramento. Se preferite, potete acquistare un prodotto commerciale che è stato appositamente progettato per rimuovere il calcare resistente e gli accumuli di detersivo.

 

Domande e risposte sulla pulizia della lavatrice

Domanda: Potrei pulire la lavatrice con bicarbonato di sodio e aceto, ma usando acqua fredda? Teniamo il caldo spento perché perde.

Risposta: Si può, ma non si ottengono risultati altrettanto buoni. L’uso di un lavaggio a caldo non solo aiuta a rompere i residui di sapone, ma igienizza anche.

Domanda: Posso usare un ciclo di candeggina prima di un ciclo di aceto e bicarbonato di sodio per disinfettare la mia lavatrice?

Risposta: Puoi farlo se vuoi, ma non usare mai l’aceto e la candeggina nello stesso momento in cui si crea un gas nocivo. Eseguire un ciclo di risciacquo attraverso la macchina per rimuovere accuratamente le tracce di candeggina prima di eseguire il ciclo di aceto e bicarbonato di sodio.

Domanda: Per pulire una lavatrice, si può mescolare aceto, candeggina e bicarbonato di sodio?

Risposta: Il bicarbonato di sodio e l’aceto si neutralizzano a vicenda, quindi non sarà molto bravo a pulire nulla. Ecco perché consiglio di aggiungere aceto bianco all’erogatore del detersivo e bicarbonato di sodio all’erogatore dell’ammorbidente, in modo che vengano usati separatamente. Non si dovrebbe mescolare la candeggina al cloro con qualsiasi cosa, perché può causare il rilascio di un gas di cloro tossico.

Domanda: Abbiamo davvero bisogno di acqua calda per disinfettare una lavatrice?

Risposta: L’acqua calda uccide i batteri e i virus che vivono nella vostra lavatrice, che provengono dagli oggetti sporchi che avete lavato nella lavatrice. Aiuta anche a rimuovere i residui di sapone.

Domanda: L’aceto bianco danneggia la lavatrice?

Risposta: Va bene da usare all’interno della lavatrice, ma bisogna fare attenzione ad usarlo sulle guarnizioni di gomma degli elettrodomestici. Per le guarnizioni in poliacrilato, fluorosilicone e Buna-N si dovrebbe evitare l’aceto a piena resistenza, perché l’aceto può indebolirle con l’uso a lungo termine e causare eventuali guasti. Verificate con il produttore se siete preoccupati.

Domanda: Io uso la candeggina all’ossigeno nella maggior parte dei carichi di biancheria, insieme a un detersivo ecologico. So che la candeggina al cloro, e l’aceto è un grande no-no, quindi i cicli di acqua fresca tra l’uso di uno dei due sono essenziali, come detto sopra, ma è sicuro usare l’aceto e il bicarbonato di sodio per pulire la mia macchina senza cicli di acqua fresca tra un uso e l’altro, tenendo conto di possibili residui di candeggina all’ossigeno? Non sono sicuro se sia meglio attenersi a un enzima in polvere per pulire la macchina.

Risposta: La candeggina all’ossigeno dovrebbe andare bene con eventuali residui di aceto o di bicarbonato di sodio. La candeggina all’ossigeno è percarbonato di sodio e quando viene mescolata con l’acqua si trasforma in perossido di idrogeno – essenzialmente acqua e ossigeno più carbonato di sodio, o cenere di soda. Se si desidera qualcosa che pulisce in modo più efficace, allora vale la pena provare anche l’acido citrico.

Domanda: La maggior parte delle persone sarebbe disgustata se vedessero il cestello interno della loro lavatrice, specialmente i top loader. Ho lavorato a diverse lavatrici negli ultimi anni, e ricordo di essere rimasto scioccato da come il cestello interno diventasse disgustoso la prima volta che ne ho visto uno, e aveva solo un paio d’anni. Ogni singola lavatrice che ho avuto a parte era disgustosa. Consiglio di rimuovere il cestello esterno una volta all’anno, in modo che il cestello interno possa essere pulito, cosa ne pensi?

Risposta: Se siete in grado di effettuare questo tipo di manutenzione, allora sì, rimuovere e pulire il tamburo ogni anno è un buon modo per fare manutenzione e pulire la macchina. Ma la maggior parte delle persone non avrà le competenze tecniche/tempo/denaro per pagare qualcuno per farlo. Personalmente preferisco eseguire cicli di pulizia regolari attraverso la mia, invece, per tenere sotto controllo la sporcizia e accumulare.

 

Condividi sui social !

Ultimo aggiornamento 2021-01-10 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API